Save the World Awards 2009

Save-the-world-awardsSave The World 2009 è stato un gala TV austriaco che si è tenuto il 24 luglio. L’evento mediatico, risultato essere molto popolare, si è svolto a Zwentendorf, centro che si trova a pochi chilometri dalla città di Vienna, e ha visto, tra gli altri, la premiazione di SOS Children’s Village, un’organizzazione che pone al centro del suo interesse i bambini e i diritti dei più piccoli di crescere in una famiglia sana e serena.

Una delle scelte in merito ai vincitori è caduta su questa associazione in quanto pienamente rispondente alle caratteristiche volute dagli organizzatori per il potenziale vincitore: “un’organizzazione o una persona che si dedichi a salvaguardare il pianeta o a promuovere il benessere degli esseri umani“. I premi sono stati consegnati dalla World Awards Association, co-fondata da Mikhail Gorbachev.

Il premio per il 2009 concesso alla SOS Children’s Village come riconoscimento dello straordinario impegno per il benessere dei bambini di tutto il mondo, è stato ritirato da Helmut Kutin, presidente della fondazione.

Nel discorso di ringraziamento egli ha espresso gratitudine ed apprezzamento a nome dei membri del personale e dei bambini, che resistono contro la negligenza, l’ostracismo, la violenza e l’indifferenza nei confronti dei bambini. Il presidente ha ribadito il proprio impegno a continuare a cercare di creare un ambiente in cui i bambini possano godere di un’educazione sicura e vivere nell’amore e nel rispetto.

SOS Children’s Village offre, tra le altre cose, anche alloggi per i bambini che, per un motivo o un altro, hanno perso il loro principale sostegno economico. Questo permette loro di vivere in modo confortevole e dedicarsi solamente a realizzare i propri obiettivi, raggiungere i propri sogni e soddisfare le aspirazioni.

Sul chiudere è stato reso noto che l’organizzazione ha fatto – e continua ancora a fare – un enorme sforzo per cercare di diffondersi in molti altri luoghi in tutto il mondo.

Tra gli altri vincitori vediamo Carl Lewis, che se lo è aggiudicato a nome della Carl Lewis Foundation, associazione che assiste i bambini che hanno bisogno, e a Greenpeace, organizzazione che combatte per la protezione dell’ambiente. Sulla lista dei vincitori anche Jermaine Jackson, che ha ricevuto il premio a nome del fratello Michael, deceduto poche settimane prima.